Limiti di applicazione delle pellicole oscuranti auto

Come proteggersi dai raggi, nel rispetto delle normative

La dotazione di vetro scuro al posteriore già in primo impianto – come optional ufficiale su alcuni modelli –  unitamente alle varie esigenze dei consumatori, sono i presupposti per un mercato delle pellicole crescente che cerca installazioni professionali e legalmente riconosciute.

TUV Logo piccolo compressor

Per ottenere un’installazione in regola con le normative bisogna montare pellicole oscuranti auto omologate. Il primo paese europeo (CEE) a dotarsi di una regolamentazione specifica per il montaggio di pellicole adesive su vetri di autoveicoli è stata la Germania. Progressivamente altri paesi europei, come la Spagna, si sono dotati di analoghe norme che seguono il sistema tedesco.

L’omologa viene rilasciata da Enti accreditati, dopo una serie di prove tese a verificare la stabilità e la resistenza delle pellicole. Resistenza al sole, all’umidità, alla frammentazione, al fuoco, al rilascio di fumi tossici e infine all’abrasione. Solo le pellicole che hanno superato i test ricevono un numero di omologa. Questo dovrà essere riportato sulla pellicola stessa, a comprova delle caratteristiche riscontrate. Anche l’Italia ha deciso di accettare e riconoscere tali omologhe.

Il governo tedesco ha quindi dettato inequivocabilmente non solo le caratteristiche tecnico prestazionali che consentono l’omologazione delle pellicole oscuranti auto, ma soprattutto ne ha severamente delimitato il campo di utilizzo alla tre quarti posteriore del veicolo. Pertanto rimangono invariati i parametri previsti per il campo utile di visibilità del guidatore (180°equivalenti a parabrezza e vetri laterali anteriori).

 pellicole oscuranti auto

Punti cardine della circolare

In sintesi questi i punti cardine della circolare ministeriale italiana:

  • si può eseguire l’installazione delle pellicole oscuranti auto solo su vetri omologati e fuori dal campo di visibilità del guidatore, quindi solo laterali posteriori e lunotto.
  • in paesi membri dell’Unione Europea si possono montare solo pellicole omologate: il rilascio dell’omologa prevede che il produttore possa commercializzare solo pellicole riconoscibili con i codici di omologa rilasciati. Deve essere riconoscibile che le pellicole siano omologate.
  • in alcuni Paesi dell’Unione Europea, per non lasciare all’installatore occasionale la possibilità di aggirare la Normativa, è stato creato un albo degli installatori accreditati, i quali si assumono la responsabilità di montare solo pellicole omologate e certificano su ogni auto la corrispondenza alla Normativa.

Nel nostro caso le pellicole LLumar sono omologate in Germania e il sistema normativo tedesco impone la marcatura del film all’origine. Una sottile punzonatura al laser – indelebile e quasi invisibile – rende ogni vetro pellicolato con LLumar riconoscibile. Il tuo vetro sarà pienamente in regola con le normative vigenti.

  • L’installatore deve rilasciare una dichiarazione con cui certifica di aver installato pellicola omologata su vetri omologati e se ne assume la responsabilità
  • L’installatore deve rilasciare copia dei certificati originali di omologa. Sarà utile consegnare anche una traduzione giurata degli stessi per facilitare le azioni di controllo da parte delle autorità competenti